'Caro Orco' ospite a Castel Sant'Angelo di Roma per ArtCity 2019

La produzione di Accademia Perduta/Romagna Teatri Caro Orco, realizzato da Ca' Luogo d'Arte e Compagnia Rodisio, è ospite, domenica 8 settembre 2019, al prestigioso ArtCity 2019 a Castel Sant'Angelo di Roma.

 

Lo spettacolo, scritto da Davide Doro e Manuela Capece e interpretato da Maurizio Bercini, andrà in scena nella sezione dedicata ai bambini della rassegna "Sere d'Arte".

ArtCity è un progetto di iniziative culturali. Nato nei musei e per i musei, ArtCity unisce sotto un ombrello comune circa duecento iniziative di arte, architettura, letteratura, musica, teatro e audiovisivo. ArtCity è realizzato dal Polo Museale del Lazio, l'istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che gestisce quarantasei musei e luoghi della cultura di Roma e del Lazio.
Il programma di ArtCity copre l'intera estate 2019 – da giugno a settembre – e si estende su tutto il Lazio. La maggior parte degli eventi e delle iniziative si svolge nei musei, nelle aree archeologiche e negli altri luoghi di cultura del Polo Museale del Lazio.
Alla base di ArtCity vi è l’idea di creare occasioni di visita nei musei attraverso attività pensate su misura, capaci di sfruttare l'attitudine a vivere nuove esperienze che le persone in genere rivelano soprattutto d'estate: tenendo fermi, va da sé, la tutela e il decoro dei luoghi, il rigore scientifico e la qualità artistica.

Lo spettacolo
“È un Orco buffo quello che vediamo in scena, che si trasforma per fare paura; gli orchi veri, quelli che fanno veramente del male, vivono solo nella realtà. Il nostro Orco in scena è, invece, possessore di meraviglie…”. L’orco è necessario. Dobbiamo avere il coraggio di ammetterlo. L’orco è come la notte, che è bellissima, il problema è che fa paura. Ma anche la paura è necessaria.

L’orco si farà desiderare, ti racconterà di tutte le meraviglie di un mondo fantastico. E il mondo, l’orco, lo tiene in mano. L’orco muove le stelle e la luna e quindi anche il mare. L’orco ti farà battere il cuore. Ma devi andargli vicino, molto vicino, tanto da prendergli la mano...

www.art-city.it