Flexus
Albero bell'albero
Colpi di Scena 2018 -

musiche e canzoni per bambini della tradizione popolare tosco-emiliana

 di e con Fabio Bonvicini (voce, organetto, tamburo battente, ciaramella, ocarina di Budrio, piffero, flauti, fischietti, piva)
e Gianluca Magnani (voce, chitarre acustiche e classiche, mandolino, percussioni, fisarmonica, armonica)

 

spettacolo rappresentato presso Piazza Nenni/Molinella (Corner)

Da oltre dieci anni Fabio Bonvicini e Gianluca Magnani vivono quotidianamente la musica popolare per ragazzi (ma ragazzi di tutte le età!) suonando in concerti, spettacoli teatrali e svolgendo laboratori didattici, in particolar modo rivolti alla fascia 3 -10 anni. Anni di esperienza comune fra spettacoli per l’infanzia e progetti didattici, hanno portato – per strade diverse – alle stesse conclusioni. Convergenze parallele, si sarebbe detto anni addietro. Questo progetto è il punto di incontro tra le loro esperienze precedenti, che si fonde in uno spettacolo di canzoni, suoni, giochi con gli strumenti musicali e chiacchiere con i bambini con cui nasce un coinvolgimento immediato e spontaneo incentrato su canzoni ormai secolari che mantengono intatta la loro forza espressiva esattamente come le fiabe popolari. Viene dato spazio ad ogni sorta di strumenti acustici, affidando ad ogni brano il compito di illustrare e difendere un suono, una voce, un colore autentico.

Ocarine, chitarre, flauti, basso, organetto diatonico, fisarmonica, percussioni di ogni tipo, strumentini infantili, ciaramella, piva, buzuki, oud, mandolino, voci, fischi, rumori vari, kazoo sono tutti gli strumenti utilizzati che danno corpo al concerto. Vengono mescolati i canti della tradizione tosco-emiliana ad altre musiche, altri suoni, altre storie che costituiscono un’omogenea diversità di appunti armonizzati.

 

Spettacolo per tutti

Calendario spettacoli

lunedì 2 luglio ore 20:30

Colpi di Scena 2018

Segreteria organizzativa: Teatro Goldoni, Piazza Libertà 18
48012 Bagnacavallo (RA)
+39 0545 64330
accademiaperduta@accademiaperduta.it

Spettacolo aperto a tutti gratuitamente.
Non è necessaria la prenotazione.