Da sabato 5 ottobre parte la campagna per i nuovi Abbonamenti alla Stagione 2019/2020 del Teatro Fabbri di Forlì

Apre sabato 5 ottobre la campagna per sottoscrivere NUOVI ABBONAMENTI alla grande Stagione Teatrale 2019/20 del TEATRO DIEGO FABBRI di FORLÌ, organizzata dall’Amministrazione Comunale e Accademia Perduta/Romagna Teatri con il prezioso sostegno di Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, degli sponsor Caviro, Consar Group, Conad e Assicoop e l’appoggio mediatico di Radio Studio Delta.

 

Nella prima giornata, la biglietteria del Teatro sarà aperta in orario continuato dalle ore 11 alle ore 19. La campagna proseguirà poi da lunedì 7 a sabato 12 ottobre (dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19), ma la possibilità di abbonarsi proseguirà fino alla data di rappresentazione del primo spettacolo di ogni rassegna, dal martedì al sabato (festivi esclusi), nei medesimi orari.

Anche per la prossima Stagione, il Teatro Diego Fabbri apre alla possibilità di sottoscrivere un abbonamento online sul sito VivaTicket a partire da martedì 8 ottobre.

La campagna sarà aperta per tutti i cartelloni che compongono la nuova Stagione del Teatro forlivese: Prosa, Comico, Moderno, Danza e Favole (queste ultime in scena al Teatro Il Piccolo di via Cerchia) e, già in fase di abbonamento, sarà contestualmente possibile acquistare i biglietti degli spettacoli “Fuori Abbonamento” che porteranno sul palcoscenico del Teatro forlivese i concerti di Roberto Vecchioni (14 novembre), Paola Turci (4 dicembre), i musical Grease (4 gennaio) e Ghost (30 marzo), le operette di Corrado Abbati Il pipistrello (15 dicembre) e L’acqua cheta (23 febbraio), il tradizionale concerto pre-natalizio di musica Gospel con l’Harlem Spirit of Gospel Choir (17 dicembre) e, a grande richiesta del pubblico, il ritorno di Giuseppe Giacobazzi con lo spettacolo Noi – Mille volti e una bugia (3 febbraio).

La rassegna di Prosa sarà composta da 8 spettacoli, accuratamente selezionati tra le più importanti e interessanti proposte del grande teatro nazionale, tra tradizione e innovazione, tra commedie brillanti e registri drammatici, tra autori classici (Moliere, Cervantes, Shakespeare, Cechov, Hugo) e nomi del ‘900 e contemporanei (Kesserling, Cooney, Serra, Niccolini, Muscato), con registi e interpreti di prima grandezza nel firmamento teatrale italiano. Le rappresentazioni saranno programmate nei consueti 4 turni - giovedì, venerdì e sabato alle ore 21 e domenica alle ore 16 - con la sola eccezione dello spettacolo che aprirà la Stagione: Nati sotto contraria stella con Ale e Franz. La pièce, che proprio a Forlì avrà la sua “Prima” dal 31 ottobre al 2 novembre e il cui spunto drammaturgico è tratto dal Romeo e Giulietta di Shakespeare, per gli abbonati del turno D, andrà in scena alle ore 16 di venerdì 1 novembre (giorno festivo) e non la domenica pomeriggio. I successivi protagonisti del palcoscenico del Diego Fabbri saranno Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini in Arsenico e vecchi merletti, Arturo Cirillo ne La scuola delle mogli di Molière, Alessio Boni e Serra Yilmaz nel Don Chisciotte di Cervantes, Alessandro Serra, drammaturgo e regista de Il giardino dei ciliegi, nuova co-produzione di Accademia Perduta/Romagna Teatri, Franco Branciaroli ne I Miserabili di Hugo, Vincenzo Salemme nella commedia Con tutto il cuore.

Per motivi non dipendenti dalla volontà della Direzione del Teatro, l’annunciata commedia A testa in giù con Emilio Solfrizzi non potrà andare in scena, essendo stata annullata l’intera tournée nazionale della pièce.

In sostituzione di uno spettacolo brillante, ne è stato scelto uno brillantissimo: SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA di Ray Cooney, pièce che torna in scena 30 anni dopo la sua prima rappresentazione come omaggio al ricordo di Pietro Garinei - che ne firmò la regia originale - e della ditta Garinei e Giovannini.

Questa nuova versione della commedia, firmata da Luigi Russo, avrà per protagonisti Paola Quattrini, Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Nini Salerno, Paola Barale, Marco Cavallaro, Alessandro D’Ambrosi, Sara Adami, Lorenza Giacometti e Aurora Cancian.

L’allestimento sarà ispirato a quello originale firmato dalla ditta G&G con il famoso girevole che rappresenta di volta in volta la Hall dell’Albergo e le due camere da letto, dove si svolge la nota vicenda del Ministro del Governo De Mitri che vorrebbe intrattenere relazioni extra-coniugali con un membro femminile del governo dell’opposizione, in una girandola continua di equivoci, battute e risate. Lo spettacolo andrà in scena da giovedì 23 a sabato 25 aprile alle ore 21 e domenica 26 aprile alle ore 16.

Tutti gli Incontri con gli Artisti delle Compagnie che compongono la rassegna di Prosa si terranno il sabato pomeriggio dei rispettivi giorni di rappresentazione alle ore 18 nel “salotto” del Ridotto che ospiterà anche sua Stagione ricca di “vere sorprese” e che sarà presentata prossimamente.

La rassegna MODERNO partirà il 3 dicembre con Elio e lo spettacolo Il Grigio, capolavoro teatrale di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, seguito da Giuseppe Battiston, Marco Paolini, Michele Serra e Gioele Dix che si misureranno con drammaturgie stravaganti, a volte oniriche, a volte divertenti, a volte riflessive. Uno spaccato di prospettive e di angolature originali e “altre” di Storia, storie e contemporaneità che si riflettono sulla quotidianità che ci circonda.

Di respiro internazionale, la rassegna DANZA - per la quale è confermata la prestigiosa collaborazione con Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto - porterà sul palcoscenico del Diego Fabbri una pluralità di registri espressivi dell’arte coreutica, dal balletto “sulle punte” del Russian Classical Ballet (prima compagnia in cartellone il 7 gennaio) alle più virtuose “visioni” ed “evoluzioni” della danza contemporanea di Spellbound Contemporary Ballet, RBR Dance Company e della stessa Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto con coreografi di altissimo profilo quali Andonis Foniadakis, Ohad Naharin, Mauro Astolfi, Cristiano Fagioli.

Quattro gli appuntamenti con la COMICITÀ affidati alla verve e al “graffio” di Paolo Cevoli – che inaugurerà la rassegna il 14 dicembre -, Maurizio Colombi, Teresa Mannino e Alessandro Bergonzoni.

Le FAVOLE (programmate la domenica pomeriggio al Teatro Il Piccolo di via Cerchia a partire dal 12 gennaio) proporranno al giovane pubblico forlivese e alle loro famiglie riletture di fiabe classiche e popolari come Robin Hood, L’acciarino magico di Andersen, Enrichetta dal ciuffo di Perrault, Cenerentola e Rodarissimo. Girandole di storie per giocare ispirato all’opera del grande Gianni Rodari.

Come nella passata Stagione, sono confermate le formule di Abbonamento Speciali quali “Abbonamento Studio” di soli 35 euro per 7 spettacoli di Prosa (Arsenico e vecchi merletti, La scuola delle mogli, Don Chisciotte, Il giardino dei ciliegi, I Miserabili, Con tutto il cuore e Se devi dire una bugia dilla grossa) destinato agli studenti, universitari compresi, “Abbonamento Abbinato” (sconti per abbonamenti a più rassegne) e “Comico Plus” (rassegna Comico + Nati sotto contraria stella con Ale e Franz e Con tutto il cuore con Vincenzo Salemme della rassegna Prosa).

 

CLICCA QUI PER SCOPRIRE TUTTI I DETTAGLI E PREZZI DELLA STAGIONE!