Progetto g.g.
Naso d'argento
Teatro il Piccolo - da giovedì 11 a domenica 14 marzo

con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti

pupazzi Ilaria Comisso

co-produzione
Accademia Perduta/Romagna Teatri
Solares Fondazione delle Arti - Teatro delle Briciole

 

Spettacolo rappresentato in live streaming.
Dopo le rappresentazioni di giovedì 11 e venerdì 12 marzo per le Scuole
seguirà un incontro/conversazione tra le Artiste e gli spettatori

 

Per la replica domenicale (ore 17) collegarsi direttamente al seguente link:
https://youtu.be/M9S8TtVhhBk

 

La ricerca appoggia sulla figura del cattivo. E dal cattivo arriva alla meraviglia della bugia. Attraverso la storia di Naso d’Argento, una fiaba della tradizione popolare, raccolta da Italo Calvino in Fiabe Italiane.

La bugia è quella raccontata dal cattivo. Ma la bugia è anche quella raccontata da chi si deve salvare. Comunque di bugia si tratta.

Illusione. Giuramento. Patto rotto. Tradimento. Inganno. Sogno. Desiderio. Sono alcune delle parole che si vogliono indagare. Abbiamo lavorato con i bambini dai 3 ai 10 anni, attorno al tema del cattivo e della bugia.

Parlare del cattivo ha voluto dire guardare a chi si nasconde, a chi non si fa riconoscere. A chi si traveste per essere tale. A chi non dice la verità. Perché il cattivo non lo diresti mai che è cattivo. Il cattivo è una cosa bella. E’ una cosa che brucia, brucia come il fuoco. E se lo tocchi ti fai male. Ma anche se brucia continui a toccarlo. Perché non lo riconosci mai. Profuma il cattivo. Si mette sotto la doccia per profumare ogni volta. Per spegnere con l’acqua il fuoco. Per pulirsi dalla volta prima. Il cattivo ha i vestiti sporchi di quello che fa, ma non si vede. Quando cammina tra la gente non lo riconosci, perché si traveste. Perché fa finta di essere una persona buona. Il cattivo sa tutto del mondo: va, entra, uccide. Indaga, tradisce le persone, rompe i patti, brucia le lettere, offende, picchia, taglia le teste e le butta via. Dice cose non vere. Vive in un castello. Non ha paura di niente. Ti fa ascoltare la musica alta, ti fa girare, ti fa ballare, ti fa ridere. Ti fa incantare. Il cattivo ha la bocca perfetta per dire bugie.

La bugia è qualcosa che luccica. Che genera meraviglia. Qualcosa che ti vuoi sentire dire, che ci credi che è veroLa bugia è un attimo. Inganna e scappa via. E’ una cosa invisibile, che nasconde qualcosa. Per poterla raccontare bisogna fare finta che sia la verità. Bisogna incantare e creare un’illusione. Una magia. Bisogna essere bravi per dire una bugia. Anche per non dire un segreto. Bisogna saper nascondere la verità.

La nostra storia prende corpo attraverso gli occhi di Lucia, eroina della fiaba di Calvino, che proprio come le sue sorelle cade nell’inganno del cattivo, ma che, a differenza delle sue sorelle, riesce a svelarlo nelle sue bugie, a scoprirlo nelle sue verità, e così a mettersi nei suoi panni, raccontandogli a sua volta ciò che lui vorrebbe credere. Lucia gioca con la sua bugia, per lasciare che il cattivo resti solo con il suo inganno, e per potersi infine salvare.

Il progetto guarda alla bugia creando un incantamento. Usa la storia di Naso d’Argento per indagare il tema della bugia. L’obiettivo del progetto è raccontare. Per poi permettere di raccontare ancora. E per non caderci più. Forse. Ma per poterlo fare, c’è bisogno di crederci per davvero. Almeno per un po’. E per farlo abbiamo scelto di raccontare una fiaba popolare, “perché le fiabe sono vere, sono una spiegazione generale della vita” (Calvino).

Verità e finzione, gioco e illusione, paura e meraviglia. I bambini sono maestri di tutto questo, e questa alla fine è solo una storia, una fiaba che portando in sé codici e temi che i bambini conoscono bene, permette loro di fare un’esperienza, immaginare, completare e costruire conoscenza.

Età consigliata: 3+
Durata: 50 minuti circa
Teatro d'attore e di figura

Calendario spettacoli

giovedì 11 marzo ore 10:00
venerdì 12 marzo ore 10:00
domenica 14 marzo ore 17:00

Teatro il Piccolo

Via Cerchia, 98
47122 Forlì (FC)
0543 64300
teatroilpiccolo@accademiaperduta.it

Live streaming gratuito su piattaforma Google Meet (per le recite del 11 e 12 marzo)

Prenotazioni: per le matinée di giovedì 11 e venerdì 12 marzo è possibile prenotarsi fino alle ore 16 del giorno antecedente la rappresentazione; la prenotazione va effettuata scrivendo all'indirizzo live@accademiaperduta.it specificando la data della replica a cui si è interessati.

A seguito della prenotazione, si riceverà un'email di conferma con istruzioni e dettagli per partecipare.

Si raccomanda la massima puntualità nel collegamento.

Per la replica domenicale (14 marzo alle ore 17), collegarsi al seguente link:
https://youtu.be/M9S8TtVhhBk