Bagnacavallo Estate 2020 - Chiostro di San Francesco

Dopo la necessaria sospensione della Stagione Teatrale del Goldoni, l’Amministrazione Comunale di BAGNACAVALLO e Accademia Perduta/Romagna Teatri hanno organizzato per l’estate 2020 una ricca rassegna teatrale, trasversale a più linguaggi, dalla comicità al Teatro Ragazzi, fino alla commedia dialettale, che sarà ospitata nel Cortile del Chiostro di San Francesco, offrendo l’opportunità a tutti i cittadini bagnacavallesi di “ricominciare” a condividere le emozioni, la magia e il divertimento che lo spettacolo dal vivo può regalare.

Ai grandi comici è affidato il compito di aprire e chiudere la Stagione: si parte infatti il 14 luglio con Vito e lo spettacolo Estate nella bassa, un divertente spettacolo di atmosfere, che narra di un universo che non c’è più, quello della “Bassa” che Zavattini amava descrivere con una riga “un luogo in cui quando c’è la nebbia diventa un tutt’uno tra cielo e terra”. Seguirà Debora Villa con il recital Venti di risate in cui il sostantivo “venti” va letto anche come numero in quanto è con questo spettacolo che la simpaticissima attrice festeggia il ventennale della sua straordinaria carriera tra palcoscenico e piccolo schermo. Terzo comico in programma sarà Alessandro Fullin che, insieme al poeta Marco Barbieri, proporrà lo spettacolo Lettere romane - Carteggio in terracotta tra due matrone sorprese alle spalle dal V secolo.

Gli spettacoli di Teatro Ragazzi, dedicati ai bambini e alle famiglie, vedrà protagonisti del palcoscenico due spettacoli tratti da famosissime fiabe, della tradizione orale e scritta: Chi ha paura di Denti di ferro? della compagnia TCP Tanti Cosi Progetti, prodotto da Accademia Perduta, e I musicanti di Brema dei Fratelli Grimm proposto dal Teatro Perdavvero.

Il Cortile del Chiostro offrirà poi la possibilità di “recuperare” la commedia Finalment stasera della CDT La Rumagnola, titolo quanto mai appropriato dal momento che lo spettacolo avrebbe dovuto essere rappresentato al Teatro Goldoni nel mese di marzo e a cui il pubblico di abbonati alla rassegna invernale di teatro dialettale potrà assistere con il semplice tagliando dell’abbonamento.

L’allestimento del Cortile del Chiostro di San Francesco, così come la rappresentazione degli spettacoli sul palcoscenico, osserveranno naturalmente tutte le normative in vigore in materia di sicurezza, distanziamento, sanificazione.

 

PER DETTAGLI E BIGLIETTI, CLICCA QUI