Teatro delle Briciole - Solares Fondazione delle Arti
Capogiro
Colpi di Scena 2020 -

PRIMA NAZIONALE

In tondo a una palla

di Beatrice Baruffini
e Agnese Scotti

con Agnese Scotti

regia di Beatrice Baruffini

 

spettacolo in scena al Teatro Europa, Faenza (100 posti)

 

Chiediamo ai bambini cosa significa questa parola strana, forse un po’ antica. Ci dicono che è un animale, un serpente sicuramente, una forma che gira, una terra rotonda. Ognuno è certo della propria risposta e anche quelli che avevano dei dubbi, alla fine capiscono che questa è una parola che sembra fatta apposta per loro. Perché è un lessico familiare.

La parola Capogiro sembra nata apposta per i bambini. Li fa sorridere, pensare.

Già. Abbiamo a che fare con una parola elegante, che si morde la coda, che non finisce lì sul foglio di carte, ma si stacca e si impone alla nostra attenzione. La si impara in un attimo, la si divora e la si tiene lì.

Non spieghiamo loro perché abbiamo scelto questo titolo. Lo facciamo alla fine, dopo gli applausi. Diciamo che il capogiro è quando dopo una giravolta fortissima provi a fermarti e il mondo intorno si muove tutto. I confini si mescolano, i colori si mischiano, le forme si confondono, non si capisce più cosa è vero e cosa no.

Un capogiro, se fatto sul serio, fa nascere una magia, perché una palla, non è più una palla ma è una gallina, un pulcino, un uovo, un mondo, un peso da sollevare.

Il capogiro è una nascita, la creazione, il gioco, il teatro. Vero e finto, reale e immaginario che si influenzano, si scambiano, si contaminano. Capogiro è sicuramente anche un serpente. Basta vederlo.

Età 2-5 anni
Teatro d’attore e d’oggetti

Calendario spettacoli

venerdì 25 settembre ore 14:30

Colpi di Scena 2020

Segreteria organizzativa: Teatro Goldoni, Piazza Libertà 18
48012 Bagnacavallo (RA)
+39 0545 64330
accademiaperduta@accademiaperduta.it

La capienza dei luoghi di rappresentazione di ogni spettacolo è contingentata nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza.

Tutti gli spettacoli sono aperti gratuitamente al pubblico (salvo disponibilità).

È obbligatoria la prenotazione telefonica al numero 0545 64330 a partire da giovedì 10 settembre (dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13).