Luigi D'Elia e Francesco Niccolini / Arca Azzurra
Moby Dick
Colpi di Scena 2020 -

ANTEPRIMA NAZIONALE

di Francesco Niccolini
da Herman Melville

regia Emanuele Gamba

con Luigi D’Elia

musiche originali
Giorgio Albiani

produzione
Arca Azzurra Produzioni

 

spettacolo in scena al Teatro Diego Fabbri, Forlì (250 posti)

 

Un romanzo di cinquecento pagine ridotto a meno di quaranta. Più di un milione di caratteri distillati a quarantamila. L’orizzonte marino del capolavoro melvilliano tramutato in un abisso, e la prosa larga ed enciclopedica diventa un verso asciutto, impietoso e scabro, che non può permettersi nemmeno la commozione, non può godere di nulla, se non dell’immensità del mare e del mistero che regge ogni destino.

Questo Moby Dick si incarna in un poema shakespeariano: immerso nella Bibbia e nel salso del mare, ne esce carico di tragicità, con tanto di maledizione e di profezia, e un fato irrimediabile dal primo istante, dal primo salpare, dalla prima apparizione dello spettro del capitano Achab, un po’ Macbeth e un po’ Lear, che non può far altro che correre verso il proprio destino di morte distruzione e immortalità. Sotto un cielo bellissimo e silenzioso, sopra un mare mostruoso e incantevole: entrambi indifferenti alle ridicole scelte degli umani che si arrabattano colmi d’ansia, convinti di lasciare un segno su questo pianetino periferico, e che finiscono con l’essere inghiottiti e ridotti a niente.
Eppure, in questo “niente”, in questa esagerata foga d’attore posseduto da chissà quale demone, quanta poesia, e quanta crudele bellezza. (Francesco Niccolini)

Età 13+ e adulti
Teatro d'attore e di narrazione

Calendario spettacoli

venerdì 25 settembre ore 19:30

Colpi di Scena 2020

Segreteria organizzativa: Teatro Goldoni, Piazza Libertà 18
48012 Bagnacavallo (RA)
+39 0545 64330
accademiaperduta@accademiaperduta.it

La capienza dei luoghi di rappresentazione di ogni spettacolo è contingentata nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza.

Tutti gli spettacoli sono aperti gratuitamente al pubblico (salvo disponibilità).

È obbligatoria la prenotazione telefonica al numero 0545 64330 a partire da giovedì 10 settembre (dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13).